DEAF JAM | Docu-fiction di Judy Lieff | USA, 2011, 70’

12,00

Categoria:

Descrizione

Deaf Jam è la prima opera che Eyes Made ha voluto distribuire. Si tratta di un documentario realizzato in America, adatto a qualsiasi tipo di pubblico, anche non specializzato sul tema della sordità, perché esplora con estremo divertimento e incomparabile naturalezza, tutte le tematiche legate alla cultura sorda e alla sua lingua, utilizzando una comunicazione visiva accattivante e comprensibile da tutti.

Richiedi una proiezione!

Informazioni aggiuntive

Peso 0.2 kg

Sinossi

In Deaf Jam la protagonista Aneta Brodski dimostra di saper cogliere l’attimo. Aneta è una ragazza sorda affascinata dalla poesia in Lingua dei Segni Americana (ASL). La pellicola racconta il workshop di preparazione frequentato da Aneta e da altri giovani aspiranti poeti sordi in vista di una coraggiosa esibizione sulla scena della slam poetry, forma espressiva tradizionalmente vocale.
Come in un incantesimo straordinario, Aneta, un’immigrata israeliana che vive nel Queens, a New York, incontra Tahani,
una poetessa di slam palestinese e udente. Le due giovani donne intraprendono una collaborazione che si conclude con il loro duetto, una performance che rappresenta la metafora delle realtà complesse che condividono.

Trailer

Regia

Judy Lieff, regista e produttrice di Deaf Jam, è ballerina professionista, regista e insegnante. Ha prodotto, diretto e curato molti cortometraggi di danza che hanno vinto premi e sono stati proiettati a livello internazionale. Lavora nell’industria cinematografica dove ha accumulato esperienza sia nella produzione che nella post-produzione di spot pubblicitari, video commerciali e cortometraggi. La regista ha iniziato la sua relazione con la comunità Sorda attraverso la realizzazione
di un poema sperimentale di cinema “Duties of my heart”. L’esperienza ha dato il via alla realizzazione di quattro edizioni di un laboratorio per insegnare produzione video ai bambini sordi. Deaf Jam, il primo lungometraggio di Judy Lieff è stato realizzato grazie al premio ottenuto per la vittoria della competizione promossa dal servizio televisivo indipendente nazionale.

Foto

Press Kit